annarosab, Author at Mapp Italy

Iscriviti alla nostra Newsletter

Mapp e Alpenite insieme per ottimizzare il marketing omnicanale di Imperial

Imperial si concentra sulla visione unica del cliente per conoscere al meglio i suoi consumatori

Milano, 14 giugno 2022Mapp, piattaforma di marketing cloud basata sui customer insight, si allea con Alpenite, innovativa società di consulenza che permette alle aziende di raggiungere risultati d’eccellenza in ogni fase della customer experience, per fornire a Imperial una serie di servizi di marketing per ottimizzare la loro presenza e strategia omnicanale.

Imperial nasce nel 1978 dall’intuizione vincente degli imprenditori Adriano Aere ed Emilia Giberti; da allora la notorietà dello storico brand fashion e la sua produzione orgogliosamente Made in Italy hanno conosciuto una crescita continua. L’azienda può oggi contare su uno staff di oltre 300 collaboratori e su una distribuzione in 1500 negozi tra punti vendita monomarca e multimarca diffusi in tutto il mondo.

La sfida principale per il brand era ottenere la visione unica del cliente per accedere a un profilo a 360 gradi dei singoli consumatori e poter programmare e implementare campagne di marketing iper-personalizzate sulla base delle loro preferenze e comportamenti. L’azienda, infatti, possedeva dati frammentati raccolti attraverso i diversi touchpoint, e questo rendeva difficile l’integrazione e la comprensione del dato stesso, che risultava poco omogeneo e non permetteva di fare previsioni affidabili sui comportamenti futuri dei propri clienti.

La decisione di utilizzare Mapp Cloud, piattaforma appositamente progettata per aiutare i marketer B2C e D2C a gestire campagne di marketing cross-canale, permetterà a Imperial di unificare i dati nella Customer Data Platform e creare profili dei clienti costantemente aggiornati. Customer insight arricchiti in tempo reale consentiranno al brand di ottimizzare il journey degli acquirenti e offrire customer experience rilevanti.

Inoltre, il supporto proattivo del team di customer success di Mapp e la facilità di utilizzo della piattaforma hanno permesso al brand di sviluppare in maniera più fluida e consistente un dialogo più semplice e diretto con i clienti, intercettandoli sul canale corretto, nel momento ottimale e con il contenuto più pertinente.

Per completare il processo di omnicanalità, la collaborazione con Alpenite è stata fondamentale: la roadmap consigliata, unitamente al processo di vendita omnicanale tracciato da Alpenite, ha permesso a Imperial di sviluppare e gestire campagne di marketing di successo.

Davide Scaletta, CIO di Imperial ha dichiarato: “L’unificazione del dato e la visione unica del cliente sono le nostre priorità per migliorare le attività di marketing quotidiane. Abbiamo scelto Mapp Cloud e i servizi di consulenza di Alpenite in quanto ci permettono di raggiungere i nostri obiettivi di customer engagement in maniera efficiente, ottimizzando i flussi di comunicazioni con i nostri clienti sui diversi touchpoint digitali e consolidando così il loro legame con i nostri brand Imperial, Dixie e Please”.

“Siamo felici che Imperial ci abbia scelto e siamo impazienti di ripagare la fiducia accordata alla tecnologia di Mapp e al nostro team di esperti. La visione unica del cliente e l’ottimizzazione del customer journey sono la base per instaurare una relazione 1:1 con ciascun cliente e non vediamo l’ora di collaborare con il team per far sì che questo avvenga nel migliore dei modi” – ha concluso Marco Salerno, Sales Director Italy di Mapp.

SCARICA IL COMUNICATO

Informazioni su Alpenite:
Alpenite è una società di consulenza innovativa che permette alle aziende di raggiungere risultati d’eccellenza in ogni fase della customer experience. Insieme ad Alpenite le aziende realizzano il futuro del proprio business: sviluppando una strategia digitale che collega le aspettative del business e la promessa del brand; disegnando, costruendo ed evolvendo soluzioni digitali per fornire esperienze eccezionali; gestendo processi digitali che amplificano il valore e incrementano i risultati di business.
Alpenite, pluripremiata per i suoi successi, è stata anche tra le Imprese Vincenti 2020 premiate dal programma di Intesa Sanpaolo dedicato alle eccellenze imprenditoriali italiane.
Dal 2020 Alpenite è parte di Arsenalia Group, un gruppo societario in continua evoluzione che aggrega realtà d’eccellenza favorendone lo sviluppo e l’unicità. Le aziende del gruppo Arsenalia gestiscono progetti innovativi ad alto contenuto tecnologico negli ambiti People, Customer ed Entreprise, nella consulenza strategica riferita a questi contesti e nella comunicazione creativa multicanale. Ad oggi queste società sono presenti in Austria, Francia, Italia, Regno Unito, Svizzera.

Informazioni su Mapp:
Con la soluzione di Insight-Led Customer Experience Mapp Cloud, i marketer possono dedicare più tempo alla pianificazione strategica e all’esecuzione di campagne rilevanti, grazie alla raccolta e unificazione dei dati di prima parte in un’unica soluzione, da cui sono generati velocemente numerosi insight sui clienti. I customer insight sono informazioni aggiornate in tempo reale sulle caratteristiche, le tendenze e le preferenze dei clienti che consentono di avviare campagne di marketing automation cliente-centriche e multicanale, con messaggi inviati sul canale di marketing preferito dagli utenti, nel momento migliore per loro e con la frequenza di contatto ottimale. Con un tale livello di personalizzazione, è possibile raggiungere i più alti livelli di engagement e di fedeltà dei clienti nel lungo termine.
Mapp ha uffici in sette Paesi e con la propria soluzione di marketing digitale in Cloud aiuta oltre 700 aziende a distinguersi dalla concorrenza. Fra i clienti italiani si annoverano Gruppo Piquadro, Prénatal, Expert, Lamborghini, Furla, La Martina, Pagani e Coccinelle.

Contatti Ufficio Stampa Mapp:
Agenzia di PR: Martinengo & Partners Communication
Cinzia Martinengo
02 4953 6650
cinzia.martinengo@martinengocommunication.com
www.martinengocommunication.com

Contatti Mapp:
Annarosa Barra – Field Marketing Manager
3456615101
annarosa.barra@mapp.com
www.mapp.com

Contatti Alpenite:
marketing.it@alpenite.com

Mapp aggiorna la sua piattaforma di Insight-led Customer Experience

Mapp Cloud si integra con la principale piattaforma B2C di digital commerce (VTEX), espande il suo approccio no-code con Bubble.io e mette a disposizione un marketing calendar cross-canale, oltre a 9 funzionalità completamente aggiornate.

Milano, 1 giugno 2022  – Mapp, fornitore internazionale di una soluzione di customer experience basata sugli insight, ha aggiornato la sua piattaforma di marketing Mapp Cloud in occasione del consueto aggiornamento di prodotto stagionale. Tra le molteplici novità, lo Spring Update include il nuovo Marketing Calendar, che consentirà agli utenti di avere una panoramica completa di tutti i messaggi, sia quelli inviati che quelli programmati. In particolare, la sua visione cross-channel supporterà tutti i canali, mentre in precedenza era focalizzata solo sulle comunicazioni inviate tramite email e SMS.

Ricardas Montvila, VP Global Strategy di Mapp, ha dichiarato: “L’omnicanalità sta assumendo un’importanza sempre più cruciale per i marketer. In Mapp cerchiamo di abilitare i nostri utenti a raggiungere i loro clienti attraverso tutti i touchpoint, in modo da offrire loro customer experience sempre più seamless. Sempre più spesso il commercio offline e quello online si intrecciano e diventano complementari, ed è per questo che per noi è importante aiutare i nostri clienti ad eseguire, ottimizzare e visualizzare customer experience cross-canale”.

Oltre al miglioramento apportato al marketing calendar, sono state riviste molteplici funzionalità già esistenti.

Da oggi è possibile automatizzare i system task grazie alle system whiteboard, in modo che operazioni come l’esportazione di dati, l’importazione dei contatti o altre attività standardizzabili possano essere programmate ed eseguite automaticamente. 

Mapp ha inoltre rivisto il suo algoritmo Best To Send (BTS): per ottenere un tasso di apertura ottimale, questo algoritmo determina il momento migliore per inviare le comunicazioni, anche per quei profili con un comportamento difficile da prevedere.

Da oggi sono disponibili le statistiche avanzate per i messaggi mobile in-app. Questa funzionalità era già accessibile per le notifiche push, ma da oggi l’aggiornamento consentirà agli utenti di prendere decisioni basate sugli insight anche quando si tratta di messaggistica in-app. 

Grazie alla revisione dei criteri di ordinamento, gli utenti di Mapp Cloud potranno avere accesso ad analisi ancora più accurate: avendo a disposizione più metriche per ordinare i risultati, i clienti saranno facilitati nell’esecuzione di una serie di attività, tra cui la visualizzazione o il riconoscimento dei trend attuali.

Informazioni su Mapp:
Con la soluzione di Insight-Led Customer Experience Mapp Cloud, i marketer possono dedicare più tempo alla pianificazione strategica e all’esecuzione di campagne rilevanti, grazie alla raccolta e unificazione dei dati di prima parte in un’unica soluzione, da cui sono generati velocemente numerosi insight sui clienti. I customer insight sono informazioni aggiornate in tempo reale sulle caratteristiche, le tendenze e le preferenze dei clienti che consentono di avviare campagne di marketing automation cliente-centriche e multicanale, con messaggi inviati sul canale di marketing preferito dagli utenti, nel momento migliore per loro e con la frequenza di contatto ottimale. Con un tale livello di personalizzazione, è possibile raggiungere i più alti livelli di engagement e di fedeltà dei clienti nel lungo termine.

Mapp ha uffici in sette Paesi e con la propria soluzione di marketing digitale in Cloud aiuta oltre 700 aziende a distinguersi dalla concorrenza. Fra i clienti italiani si annoverano Gruppo Piquadro, Prénatal, Expert, Lamborghini, Furla, La Martina, Pagani e Coccinelle.

Contatti stampa:
Agenzia di PR: Martinengo & Partners Communication
Cinzia Martinengo
02 4953 6650
cinzia.martinengo@martinengocommunication.com
www.martinengocommunication.com

Contatti Mapp:
Annarosa Barra – Field Marketing Manager
345 6615101
annarosa.barra@mapp.com
www.mapp.com

Scarica il Comunicato Stampa

Alla scoperta dello Spring Update 2022!

Pronti per lo Spring Update 2022? Oggi abbiamo rilasciato 12 nuovi aggiornamenti e miglioramenti alla nostra piattaforma Mapp Cloud. Abbiamo ascoltato attentamente i feedback dei nostri clienti e accolto le loro richieste, oltre a esserci guardarti un po’ intorno per scoprire i trend del momento. Scopri come lo Spring Update può semplificare la vita dei marketer!

Plugin per VTEX

Nello scorso Winter Update, avevamo introdotto il plugin di VTEX per Mapp Intelligence. Questa integrazione permetteva di far fluire i dati eCommerce generati da VTEX direttamente in Mapp Intelligence, dove venivano unificati con i dati provenienti da innumerevoli altre fonti come siti web o app. L’obiettivo? Ridurre i data silos e ottenere insight più rilevanti e completi.

VTEX plugin

Con questa Spring Release, l’integrazione con VTEX diviene ora disponibile anche per Mapp Engage, aprendo le porte a una serie di nuovi use case:

Utilizzi VTEX come piattaforma di eCommerce? Allora è arrivato il momento di implementare l’integrazione. Abbiamo menzionato che è totalmente gratuito?

Plugin per Bubble.io

Se lavori nel marketing, conosci bene lo scenario: il tuo team arriva e propone un’idea super innovativa come una lotteria abbinata a un’app basata sulla gamification. Ma quando pensi all’implementazione, ti rendi conto che nessun sviluppatore nella tua azienda ha le risorse e le competenze per aiutarti nel progetto. Sì, esatto…non potrebbe quindi mai vedere la luce. E se potessi crearlo tu stesso con una soluzione no-code?

Ebbene sì, abbiamo un plugin per Bubble.io! Tutto quello che devi fare per iniziare è creare un account bubble.io e selezionare il plugin Mapp Cloud dalla pagina ufficiale dei plugin. Ti consente di gestire con precisione i centri di preferenze dei clienti sincronizzati con Mapp e di creare segmenti di utenti a cui inviare follow-up di marketing.

Ma c’è molto altro…

La primavera porta sempre il cambiamento…anche in Mapp! Scopri la lista di funzionalità aggiuntive disponibile in questa release:

8 Trend del post-pandemia in ambito eCommerce e retail

Come stanno andando le cose post-pandemia? Il traffico online si sta stabilizzando e il tasso di crescita globale dell’eCommerce dovrebbe scendere al 12,2%, più di 4 punti percentuali in meno rispetto al 16,3% del 2021. I marketer continuano a lavorare in un territorio incerto e complesso, sia per quanto riguarda l’ambiente dell’eCommerce che il retail: l’inflazione e il suo impatto sul comportamento dei consumatori, il riaffermarsi degli store fisici e gli effetti dell’economia mondiale sono tra le sfide più dure da affrontare. Per i brand, queste offrono al contempo  rischi e opportunità.  

Ma il ritmo con cui le aziende devono adattare e innovare le proprie strategie di marketing continua a crescere. Ci sono due domande che attualmente interessano l’industria del marketing:  

  1. In che modo i settori del retail e dell’eCommerce continueranno a evolversi dopo la pandemia?  
  2. In che modo i marketer devono adattare la propria strategia di marketing per rispondere in modo appropriato al cambiamento?  

Ecco otto trend del post-pandemia che i marketer devono assolutamente mantenere nel loro radar. 

1# Inflazione come fattore di rischio: i consumatori stanno diventando sempre più attenti ai costi 

Il parametro più importante da tenere in considerazione in questo momento è l’inflazione. L’Ufficio europeo di statistica (Eurostat) ha dichiarato che i prezzi nell’eurozona sono aumentati del 7,5% rispetto all’anno scorso: si tratta di un incremento record! Tuttavia, è improbabile che i salari dei consumatori riusciranno a tenere questo ritmo, mettendo a dura prova le tasche dei consumatori.  

Ciò significa che molte famiglie potrebbero ridurre i “nice-to-have” per preservare il proprio budget, valutando sempre di più il valore effettivo dei loro acquisti. I marketer devono quindi dimostrare il valore aggiunto delle proprie offerte e allinearsi con le priorità dei propri clienti.  

Ricorrere a sconti per fidelizzare i clienti o attirarne di nuovi può aiutare a rimanere a galla in questi tempi difficili, ma i brand hanno bisogno di una soluzione a lungo termine che sia sostenibile. Le strategie di marketing devono quindi diventare ancora più personalizzate attraverso l’utilizzo intelligente dei dati di prima parte. L’obiettivo è creare una customer experience veramente unica, aggiungendo più valore all’interazione con il brand durante l’intero customer journey.  

2# Risorse limitate e mercati affollati 

I problemi legati alla supply chain, la mancanza di risorse e il personale limitato rimarranno e, allo stesso tempo, la domanda dei clienti continuerà a crescere. Poiché è in gioco la customer experience, le aziende stanno cercando di spostare la produzione più vicino ai consumatori per tentare di risolvere i problemi riguardanti la consegna e la distribuzione. Questo li aiuterebbe a mantenere il controllo, ridurre i costi e salvaguardare la customer experience.  

Mentre i brand cercano di spuntarla in mercati affollati proponendo sconti, consegne il giorno successivo, ecc., ora dovranno imparare a essere selettivi con queste offerte per meglio gestire la domanda con inventario e risorse limitate. E non si tratta solo di una sfida che si limita alla logistica o alla pianificazione, ma interessa anche il marketing.  

3# Direct-to-Consumer vs all’ingrosso  

Se il mercato cambia, di conseguenza deve cambiare anche il modello di vendita. Allo stesso tempo, non vi è alcuna evidenza chiara del fatto che una percentuale maggiore di vendite avvenga attraverso i canali diretti al consumatore o all’ingrosso. Evolvere la strategia verso il direct-to-consumer con margini di budget più elevati potrebbe non essere la mossa migliore, in quanto non esiste una soluzione unica applicabile a tutte le aziende. 

L’equilibrio tra direct-to-consumer e all’ingrosso si sta trasformando in una “doppia scala”, poiché le mutevoli abitudini di acquisto dei consumatori causano uno squilibrio tra i diversi canali. I brand stanno cercando di trovare una via di mezzo poiché alcuni si concentrano maggiormente su un canale, altri riducono il loro investimento o semplicemente lo aggiungono ai propri canali per espandere le operazioni di marketing. Questa è un’ulteriore prova di un modo di lavorare “ibrido”. Le aziende che mostrano apertura e flessibilità ai nuovi approcci di vendita hanno un chiaro vantaggio rispetto ai competitor, in quanto vale la pena testare e sperimentare molteplici modelli. 

4# Personalizzazione e protezione dei dati  

La personalizzazione attraverso i cookie di terza parte è un ricordo del passato. Secondo un recente sondaggio, solo il 28% delle aziende ha già pianificato una strategia dopo la scomparsa dei cookie di terze parti, quindi è essenziale che gli altri due terzi si preparino e pensino a un piano alternativo.  

I dati zero-party e i dati first-party sono fondamentali per personalizzare le esperienze in modo conforme e sicuro. I brand devono cercare modi nuovi e innovativi per interagire con i clienti e incentivarli in modo creativo a condividere i loro dati. Il consumo di contenuti e prodotti mediali è diventato una parte essenziale del customer journey, dato che i clienti cercano nuove forme di intrattenimento da parte dei brand. Al momento, gli strumenti e le strategie per acquisire i dati sono la semplice gamification o un buon vecchio quiz!  

Si tratta di una situazione diversa da quella in cui la finalità di vendita è evidente, in quanto, per i marketer, rappresenta un’opportunità per conoscere meglio i propri clienti. Ma i marketer dovrebbero anche tenere a mente che i clienti stanno diventando sempre più attenti alla propria privacy. 

I consumatori esigono trasparenza circa le modalità in cui i loro dati vengono raccolti ed elaborati. Dunque è importante affrontare la questione della privacy in maniera intelligente garantendo la totale sicurezza digitale. Per questo motivo, i dati di terze parti stanno scomparendo e Google sta passando a un modello cookieless con GA4. (Leggi GA4 e perché pensare a un’alternativa è la scelta migliore per le aziende.) 

5# La mentalità e l’ubicazione diventano più importanti 

Di fronte alle difficoltà di consegna e alle limitazioni in materia di spedizioni, un numero sempre maggiore di consumatori si è orientato verso acquisti più consapevoli e soprattutto locali. Secondo uno studio di Shopify, il 47% dei consumatori intervistati ha dichiarato che la presenza locale di un brand rappresenta un fattore essenziale al momento dell’acquisto. Un maggior numero di consumatori si vede sempre più motivato ad acquistare da brand basandosi sulla loro ubicazione, sui valori aziendali o sulla sostenibilità. 

6# Aspettative dei clienti e omniservizi 

Nel momento più acuto della pandemia, data la situazione, i consumatori potevano ritenersi già soddisfatti nel momento in cui riuscivano a ricevere i loro prodotti, nonostante i possibili intoppi che avrebbero potuto incontrare durante il loro customer journey. Ma ora i brand hanno avuto il tempo di adattarsi alle nuove circostanze, quindi non è più il momento di adagiarsi sugli allori!  

Ora i consumatori si aspettano che le aziende siano presenti e reattive nei vari touchpoint. In origine erano i venditori, ma ora sono i brand ambassador a guidare le vendite online, in negozio o nei nuovi mondi virtuali. Questi sono direttamente coinvolti nella creazione di micro-interazioni e opportunità di commercio conversazionale come chat dal vivo, servizi di messaggistica e altre tecniche che estendono l’esperienza di vendita in modi interessanti e coinvolgenti. 

Con i problemi legati alla supply chain e le risorse limitate che rappresentano ancora un ostacolo, i clienti stanno esplorando le alternative multicanale sia online che offline. Ciò mette i brand sotto pressione perché è necessario che questi siano costantemente onnipresenti. Ci si aspetta che i dipendenti siano personalmente reattivi alle richieste dei clienti, che siano presenti sui social media, che evadano ordini / ritiri online nella zona e che forniscano un’esperienza personalizzata, ad esempio attraverso video session di shopping. 

I brand devono investire in strumenti, risorse e formazione in modo che i loro dipendenti possano muoversi rapidamente tra i canali e migliorare la loro conoscenza dei prodotti per fare upselling, creando una customer experience personalizzata in tempo reale.   

7# Lo shopping in live-streaming sta diventando sempre più importante  

La crescita di questo trend si può già osservare sia in Cina che negli Stati Uniti: lo shopping in live-streaming sta diventando sempre più importante. Secondo Arvato Supply Chain Solutions, il 70% dei clienti europei è aperto al live-shopping. E come sui marketplace, anche qui è presente un pubblico già volenteroso di sperimentare.  

Anche se il live-streaming offre ai consumatori una forma di intrattenimento, i marketer dovrebbero essere consapevoli del fatto che ciò non significa necessariamente che i clienti acquisteranno qualche prodotto. I consumatori vogliono avere più informazioni circa i prodotti e i canali. Essenzialmente, vogliono esplorare le loro opzioni. Il chiaro vantaggio, in questo caso, è la brand awareness. Ma per trasformare questo interesse in acquisti, la chiave è gestire l’evento seguendo una strategia di comunicazione cross-canale, attivando i dati di prima parte per trasmettere messaggi pertinenti agli interessi dell’utente.  

8# Metaverso  

Secondo Gartner, il 25% dei consumatori utilizzerà il Metaverso un’ora al giorno entro il 2026. Il recente sondaggio di Accenture ha osservato inoltre che il 79% degli intervistati è interessato a utilizzare il Metaverso per fare acquisti. Il potenziale dei mondi virtuali è davvero enorme, in quanto crea nuove prospettive sui prodotti, diverse possibilità di vendita e canali innovativi.  

Gli showroom virtuali, ad esempio, sono una soluzione per i clienti che vogliono vedere, provare e testare i prodotti. Offrono un’esperienza positiva e danno ai clienti un senso di controllo sul modo in cui decidono di fare acquisti nel mondo digitale. Considerando questi vantaggi, i retailer cercheranno di espandere la loro presenza digitale nei mondi virtuali.  

Poiché il metaverso diventa un canale di vendita dedicato, lanciare un prodotto nel nuovo mondo digitale e raccogliere i feedback dell’esperienza è fondamentale per sviluppare un “asset digitale”. Programmare future collaborazioni con gli influencer può contribuire ad aumentare la partecipazione dei consumatori in questo mondo omnicanale in continua evoluzione.  

In quale direzione si stanno dirigendo l’eCommerce e il retail marketing?  

Il marketing conosce solo una direzione: più digitale, più virtuale e più veloce. E con le giuste tecnologie di marketing a disposizione, sarai in grado di sfruttare questi strumenti, appoggiandoti anche agli esperti che lavorano nel settore, per stare sempre al passo con le tendenze e creare customer experience d’impatto per i clienti, in modo da costruire customer loyalty e advocacy.  

E se stai cercando ancora più informazioni, abbiamo collaborato con gli esperti dei nostri partner Alpenite, Space48 e T-Systems per la nostra guida al “Retail del futuro”. Potrai scoprire tutti i trend ed esplorare tutte le strategie di cui hai bisogno per prepararti al futuro.   

 

CHE COS’È L’ALLINEAMENTO DEI DOMINI E PERCHÈ É COSI IMPORTANTE

La fiducia è in genere un aspetto assai importante nelle relazioni tra cliente e fornitore. Figuriamoci poi in quelle online. Dopotutto, i clienti comunicano tramite la tecnologia, affidandole informazioni riservate o addirittura transazioni finanziarie. Ma come si crea la fiducia verso un brand a livello digitale?

Un’opzione è sicuramente il marchio BIMI per le email. Proprio come un badge di verifica o un segno di spunta blu sui social, questo infonde fiducia nel tuo brand quando comunichi direttamente con i clienti. Il BIMI mostra il tuo logo nelle caselle di posta, rassicurando i destinatari che c’è davvero il tuo marchio dietro alla comunicazione. Inoltre, può aiutare a far risaltare i tuoi messaggi tra le varie anteprime email meno colorate.

Un’altra opzione è l’allineamento del dominio. Notiamo una crescente richiesta in questo ambito e, personalmente, prevedo sarà un trending topic nei prossimi anni. In questo blog approfondiremo la definizione e i vantaggi derivanti dall’allineamento dei domini.

In linea generale, la deliverability è una questione di fiducia e reputazione. Gli email provider desiderano recapitare messaggi provenienti da fonti attendibili che i destinatari vogliono effettivamente ricevere. Per dimostrare che sei una “fonte attendibile”, è come se dovessi mostrare la tua carta d’identità: sveli la tua identità semplicemente autenticandoti.

Storicamente, le email non contenevano alcun meccanismo di autenticazione. Al contrario, i marketer avevano la possibilità di aggiungere una firma DKIM. Questa firma digitale ha una funzione simile a una busta per le lettere: conferma che l’email non è stata compromessa prima di arrivare nella casella di posta dei destinatari.

I domini allineati hanno anche l’obiettivo di creare fiducia riguardo la validità del mittente.

Che cosa implica a livello tecnico? 

Proviamo a immaginare la seguente situazione: il protocollo SMTP richiede un’informazione “FROM” (5321.FROM). Se rimaniamo nell’analogia delle lettere, questo è il “FROM BUSTA”. Nel frattempo, l’header contiene un altro campo FROM, che è chiamato 5322.FROM (o “DISPLAY FROM”). Questo confonderebbe già un normale postino. Inoltre, vediamo l’aggiunta di DKIM-signature-From. Ora, tutte e tre le forme possono tecnicamente sembrare diverse. Come semplificare?

Applicando questi criteri a una lettera di posta tradizionale, questa apparirebbe così:

Mapp-Non-Aligned-Domains-Example

Mapp: Non-Aligned Domains Example

Il requisito dell’allineamento dei domini nelle email dovrebbe essere chiaro a questo punto: l’obiettivo è utilizzare lo stesso dominio in tutti i campi, o diciamo almeno in più parti possibile. Mentre il “FROM BUSTA” può essere diverso dal contenuto del messaggio, siamo tutti d’accordo che l’autore del messaggio dovrebbe firmarsi. Perciò l’allineamento tra 5322.FROM e DKIM-From rappresenta il requisito minimo per assicurare al tuo dominio di essere la fonte principale di trust per la tua email sender reputation.

E se non lo fai?

Beh la risposta è…dipende. Alcuni ISPs accetteranno comunque il tuo messaggio, mentre altri no. Se lasci che qualcuno firmi la tua lettera, la fiducia riposta è ovviamente molto più bassa rispetto a se la firma apposta fosse la tua. La CSA (Certified Senders Alliance) prevede che, a partire da marzo 2023, tutte le email certificate dovranno essere contrassegnate DKIM e allineate. In qualità di membro del CSA, Mapp sta attualmente lavorando per allineare tutte le configurazioni dei clienti esistenti.

Che cosa bisogna fare?

Sei già un cliente Mapp? Le impostazioni di default di Mapp Engage così come di Mapp Empower assicurano che i domini di FROM e DKIM sono già allineati. Questa è un’ottima notizia in quanto influisce positivamente sulla tua reputation, e nessuna particolare azione deve essere intrapresa. Se utilizzi un indirizzo FROM alternativo su Mapp Engage, mettiti in contatto con il nostro Deliverability Team. Siamo a tua disposizione per verificare il tuo attuale setup e darti consigli utili per eventuali miglioramenti.

Cosa puoi fare se non sei (ancora) un cliente Mapp, ma sei curioso dei vantaggi derivanti dai domini allineati? Contattaci per capire come possiamo aiutarti!

H-FARM Digital Marketing è Partner di Mapp

L’agenzia di Digital Marketing entra a far parte del network di partner certificati Mapp Cloud, rafforzando l’offerta Martech e Marketing Automation grazie agli strumenti di customer insight messi a disposizione dalla piattaforma.

Milano, 10 maggio 2022 – La collaborazione fra H-FARM Digital Marketing e Mapp si traduce in un’offerta sempre più ricca per i clienti dell’agenzia, che possono usufruire di strategie di digital marketing ancora più efficaci e personalizzate sulla base dei comportamenti e degli interessi dei propri utenti.

Le competenze strategiche e operative in Martech, Adtech e Marketing Automation dei professionisti dell’agenzia, combinate con i modelli di previsione e i customer insight di Mapp Cloud, garantiscono la creazione di customer experience estremamente personalizzate, in grado di intercettare gli utenti sui canali di marketing che preferiscono, nel momento migliore e con la frequenza di contatto ottimale, favorendo così l’engagement e la fedeltà.

“Collaboriamo con Mapp da tempo – ha affermato Francesca Antiga di H-FARM Digital Marketinge riteniamo molto utile poter usufruire di un rapporto più stretto con i referenti della piattaforma. In qualità di partner certificati, infatti, oltre a essere sempre aggiornati sulle ultime novità e alla certezza di poter sfruttare appieno lo strumento, possiamo rispondere in modo ancora più rapido alle richieste dei nostri clienti, sviluppando delle proposte ad hoc davvero efficaci”.

“L’ingresso di H-FARM Digital Marketing nel nostro Global Partner Program ci permetterà di sviluppare sinergie interessanti – ha commentato Nicola Liverani, Senior Director, Global di Mapp – e consentirà alle aziende di usufruire delle nostre soluzioni e della competenza strategica dell’agenzia”.

Con la soluzione Insight-Led Customer Experience Mapp Cloud, che permette di raccogliere in un unico luogo i dati di prima parte dei clienti, generando insight aggiornati sulle caratteristiche, sulle tendenze e sulle preferenze degli utenti, la piattaforma si rivela un partner ideale per consentire ad H-FARM Digital Marketing di realizzare campagne di Marketing Automation multichannel, che rispondono esattamente alle esigenze degli utenti.

SCARICA IL COMUNICATO

Informazioni su H-FARM:
H-FARM è la piattaforma d’innovazione in grado di supportare la creazione di nuovi modelli d’impresa e la trasformazione ed educazione dei giovani e delle aziende italiane in un’ottica digitale. Fondata nel gennaio 2005 come primo incubatore di startup al mondo, ha saputo rinnovarsi e adattarsi alle esigenze di mercato senza mai perdere di vista i valori portanti che stanno nel cogliere le opportunità indotte dall’innovazione digitale e nel mantenere un approccio Human centric. Oggi è l’unica realtà al mondo che unisce in un unico luogo investimenti, servizi per le imprese e formazione. Strutturata come un campus, alle porte di Venezia, H-FARM si estende su 51 ettari, di cui 30 di area boschiva ed è il più importante polo di innovazione in Europa. Conta oltre 600 persone distribuite sul territorio italiano ed è considerata un unicum a livello internazionale.

Informazioni su H-FARM Digital Marketing:
Con sede a Milano, H-FARM Digital Marketing fa parte della piattaforma di innovazione H-FARM e si compone di più di centoventi figure altamente specializzate e al contempo multidisciplinari che operano nel Digital Marketing, con particolare attenzione alla comunicazione e al suo reale impatto sul business aziendale. Attraverso un approccio fortemente data driven e orientato all’esplorazione di nuovi canali e forme d’interazione, l’agenzia propone un’offerta di servizi che copre tutti i touchpoint della customer experience digitale.

Informazioni su Mapp:
I marketer dovrebbero concentrarsi sulla strategia e l’esecuzione delle campagne, invece di passare il tempo a domare la tecnologia per raggiungere i propri obiettivi. Con la piattaforma di Insight-Led Customer Experience, Mapp Cloud, i responsabili marketing possono dedicare più tempo alla pianificazione strategica e all’esecuzione di campagne rilevanti su molteplici touchpoint, grazie alla raccolta e unificazione dei dati di prima parte in un’unica soluzione, da cui generare velocemente dei customer insight in tempo reale sulle caratteristiche, le tendenze e le preferenze dei clienti, che a loro volta consentono di avviare campagne di marketing automation cliente-centriche e basate su modelli predittivi alimentati dall’Intelligenza Artificiale. I messaggi possono così essere inviati tramite il canale di marketing preferito dagli utenti, nel momento migliore per loro e con una frequenza di contatto ragionevole.

Mapp ha uffici in sette Paesi e con la propria soluzione di marketing digitale in Cloud aiuta oltre 3.000 aziende a distinguersi dalla concorrenza. Fra i clienti italiani si annoverano Gruppo Piquadro, Expert, Lamborghini, Prénatal, Furla, La Martina e Coccinelle.

 

Contatti Ufficio Stampa H-FARM Digital Marketing:
H-FARM Digital Marketing Srl, via G. Borsi n.9, Milano
Sara Loddo – sara.loddo@h-dm.it, +39 366 672594

Contatti Ufficio Stampa Mapp:
Agenzia di PR: Martinengo & Partners Communication
Cinzia Martinengo
02 4953 6650
cinzia.martinengo@martinengocommunication.com
www.martinengocommunication.com

Contatti Mapp:
Annarosa Barra – Field Marketing Manager
3456615101
annarosa.barra@mapp.com
www.mapp.com

Mapp certifica GreatPixel come partner strategico sui servizi data-driven e CRM

Milano, 3 maggio 2022 – Mapp, piattaforma di marketing cloud basata sui customer insight, ha annunciato che GreatPixel ha conseguito la certificazione del Global Partner Program, sviluppato per selezionare partner strategici con cui portare sul mercato italiano un binomio di tecnologia ed esperienza specifica per la crescita degli e-commerce e del retail.

Il Global Partner Program di Mapp è un programma creato appositamente per offrire alle aziende partner una soluzione di marketing che permette di mettere al centro della propria strategia i dati di prima parte, ma anche la visione olistica del cliente e la marketing automation.

All’interno di questo scenario, si inserisce una collaborazione di lunga data tra Greatpixel e Mapp, che vantano già all’attivo progetti congiunti.

GreatPixel, leader nel Design Thinking, si occupa di progettare e sviluppare esperienze digitali integrate con una metodologia che unisce l’approccio Data Driven a quello Human Centered. Grazie alla perfetta integrazione tra design etico e persuasivo, branding e tech consultancy, GreatPixel regala esperienze volte a soddisfare i bisogni dell’utente coinvolgendolo lungo tutto il suo customer journey multi e omnicanale. Da sempre attenta al CRM (Customer Relationship Management), l’agenzia mira a stabilire una relazione solida e continuativa con i suoi clienti offrendo loro servizi sempre più personalizzati e volti all’ottimizzazione dei risultati la cui efficacia sia direttamente misurabile con l’aumento delle performance del conversion rate.

Dopo aver seguito il percorso di formazione tra workshop ed esercitazioni in piattaforma, Greatpixel si è certificata Mapp Cloud, dimostrando la padronanza della stack completa, quindi dei moduli Mapp Engage, Mapp Intelligence e Mapp Acquire. I benefit a disposizione dei partner certificati sono molteplici, tra cui un team di partnership success dedicato, l’accesso ai lead e a contenuti utili per il go-to-market e la vendita, oltre che il coinvolgimento ad attività di co-marketing e ulteriori vantaggi di natura economica.

“In un’ottica di mercato sempre più cookieless, l’arricchimento del dato relativo al cliente nella customer base e la capacità di attivare delle offerte verticali e personalizzate, diventerà sempre più strategico nel prossimo futuro – afferma Giovanni Pola, Founder & CEO di GreatPixel – e, quindi, anche questa partnership con Mapp risulta fondamentale al fine di portare ad un livello successivo la gamma dei servizi offerti dalla nostra società”.

“Siamo entusiasti del livello di competenza raggiunto dai professionisti di GreatPixel e siamo certi che, grazie al continuo sviluppo congiunto di expertise, raggiungeremo grandi risultati. In un settore in costante cambiamento, questa partnership dimostra la nostra volontà a lavorare in sinergia per soddisfare in maniera sempre più completa tutti i nostri clienti.” dichiara Nicola Liverani, Senior Director, Partner Global di Mapp.

 

SCARICA IL COMUNICATO

Informazioni su Mapp

I marketer dovrebbero concentrarsi sulla strategia e l’esecuzione delle campagne, invece di passare il tempo a domare la tecnologia per raggiungere i propri obiettivi. Con la piattaforma di Insight-Led Customer Experience, Mapp Cloud, i responsabili marketing possono dedicare più tempo alla pianificazione strategica e all’esecuzione di campagne rilevanti su molteplici touchpoint, grazie alla raccolta e unificazione dei dati di prima parte in un’unica soluzione, da cui generare velocemente dei customer insight in tempo reale sulle caratteristiche, le tendenze e le preferenze dei clienti, che a loro volta consentono di avviare campagne di marketing automation cliente-centriche e basate su modelli predittivi alimentati dall’Intelligenza Artificiale. I messaggi possono così essere inviati tramite il canale di marketing preferito dagli utenti, nel momento migliore per loro e con una frequenza di contatto ragionevole.

Mapp ha uffici in sette Paesi e con la propria soluzione di marketing digitale in Cloud aiuta oltre 3.000 aziende a distinguersi dalla concorrenza. Fra i clienti italiani si annoverano Gruppo Piquadro, Expert, Lamborghini, Prénatal, Furla, La Martina e Coccinelle.

Contatti stampa:
Agenzia di PR: Martinengo & Partners Communication
Cinzia Martinengo
02 4953 6650
cinzia.martinengo@martinengocommunication.com
www.martinengocommunication.com

Contatti Mapp:
Annarosa Barra – Field Marketing Manager
3456615101
annarosa.barra@mapp.com
www.mapp.com

Contatti Greatpixel:
02 36556370
info@greatpixel.it
www.greatpixel.it

Il Retail del Futuro: Mapp pubblica una guida con i trend e le strategie per il Retail di domani

Milano, 21 aprile 2022Mapp, fornitore internazionale di una soluzione di customer experience basata sugli insight, ha pubblicato la guida “Retail del Futuro”, che esplora nel dettaglio i nuovi paradigmi della customer experience e prospetta i cambiamenti che il settore è destinato ad affrontare nei prossimi anni.

La pandemia ha provocato un cambiamento radicale dell’esperienza nei negozi fisici e online: i primi hanno riaperto e ora la sfida dei retailer consiste tutta nell’unificare fisico e virtuale per offrire un’esperienza d’acquisto omnicanale, che tenga conto di ogni touchpoint e sia rilevante su tutti i canali di comunicazione. Per aiutare e ispirare le aziende in questo processo, Mapp ha redatto una guida in collaborazione con 3 partner internazionali: l’agenzia britannica Space48 specializzata in progetti eCommerce, l’agenzia tedesca T-Systems focalizzata su progetti di digital innovation, e l’italiana Alpenite, società di consulenza con una grande expertise sui temi della customer experience omnicanale.

L’importanza delle esperienze personalizzate     
Alpenite sottolinea l’importanza delle esperienze personalizzate per fidelizzare la clientela e favorire il cross-selling. Mappare l’intero customer journey è diventato imprescindibile per stare al passo con la concorrenza dato che, grazie a noti retailer online come Amazon, i clienti si aspettano una shopping experience su misura e in grado di soddisfare le loro esigenze specifiche in ogni momento. I retailer all’avanguardia hanno già adottato piattaforme di customer experience facilmente implementabili e integrabili, che consentono di ottimizzare velocemente il consumer journey basandosi sui dati.

Concentrarsi su una customer experience rilevante su ogni touchpoint   
Oltre a cambiare priorità e abitudini d’acquisto, i consumatori esigono ormai una shopping experience piacevole e senza soluzione di continuità. Nel corso della pandemia sono state rapidamente implementate soluzioni tecnologiche per rimanere in contatto con i clienti sui canali digitali. In molti casi la fretta ha condotto a esperienze non sempre positive e soddisfacenti per il consumatore finale, che però le ha accettate date le circostanze. Tuttavia, con l’eliminazione graduale delle restrizioni, le aspettative dei clienti sono cresciute e la tolleranza per eventuali malfunzionamenti è diminuita.  La maggior parte dei consumatori è omnicanale, per cui diventa necessario ottimizzare la strategia affinchè sia coerente su tutti i touchpoint.

AI: dagli smart mirror al self-checkout  
Dalla prova degli abiti in camerino ai nuovi metodi di pagamento, le tendenze dello shopping online sono destinate a rimanere e a essere adattate al mondo offline. La guida delinea varie strategie applicabili in svariati settori del retail tra cui, ad esempio, moda e beauty, per incrementare le vendite tramite l’utilizzo di tecnologie basate sull’Intelligenza Artificiale.

Lo shopping online è arrivato per restare
È assai probabile che lo shopping online rimarrà come abitudine d’acquisto in futuro. Numerosi consumatori lo ritengono pratico, facile e conveniente, e hanno dichiarato che continueranno ad acquistare online anche dopo la pandemia. È essenziale per i brand saper offrire una customer experience di valore a ogni touchpoint e, per questo, i customer insight ricopriranno sempre più un ruolo da protagonisti nel breve e lungo termine.

La guida è disponibile per il download al seguente link: Il Retail del Futuro – Mapp

Informazioni su Mapp
Con la soluzione di Insight-Led Customer Experience Mapp Cloud, i marketer possono dedicare più tempo alla pianificazione strategica e all’esecuzione di campagne rilevanti, grazie alla raccolta e unificazione dei dati di prima parte in un’unica soluzione, da cui sono generati velocemente numerosi insight sui clienti. I customer insight sono informazioni aggiornate in tempo reale sulle caratteristiche, le tendenze e le preferenze dei clienti che consentono di avviare campagne di marketing automation cliente-centriche e multicanale, con messaggi inviati sul canale di marketing preferito dagli utenti, nel momento migliore per loro e con la frequenza di contatto ottimale. Con un tale livello di personalizzazione, è possibile raggiungere i più alti livelli di engagement e di fedeltà dei clienti nel lungo termine.

Mapp ha uffici in sette Paesi e con la propria soluzione di marketing digitale in Cloud aiuta oltre 3.000 aziende a distinguersi dalla concorrenza. Fra i clienti italiani si annoverano Gruppo Piquadro, Expert, Prénatal, Furla, La Martina, Coccinelle, Ferrari e Lamborghini.

Contatti stampa:
Agenzia di PR: Martinengo & Partners Communication
Cinzia Martinengo
02 49536650
cinzia.martinengo@martinengocommunication.com
www.martinengocommunication.com

Contatti Mapp:
Annarosa Barra – Field Marketing Manager
3456615101
annarosa.barra@mapp.com
www.mapp.com

 

Scarica il comunicato stampa

Mapp Cloud e Cloud4Wi ufficialmente integrate

Milano, 31 marzo 2022 – Mapp, piattaforma di marketing cloud basata sui customer insight, è entusiasta di annunciare l’integrazione della propria piattaforma Mapp Cloud con Cloud4Wi, soluzione di location-based marketing. Da oggi, i clienti congiunti potranno sincronizzare contatti, subscription e comportamenti offline raccolti con Cloud4Wi in modo diretto e senza interruzioni sul proprio account Mapp Cloud, sbloccando così la possibilità di creare use case avanzati.

Di che cosa si occupa Mapp
Con la soluzione di Insight-Led Customer Experience Mapp Cloud, i responsabili marketing possono dedicare più tempo alla pianificazione strategica e all’esecuzione di campagne rilevanti, grazie alla raccolta e unificazione dei dati di prima parte in un’unica soluzione, da cui sono generati velocemente numerosi insight sui clienti. I customer insight sono informazioni aggiornate in tempo reale sulle caratteristiche, le tendenze e le preferenze dei clienti che consentono di avviare campagne di marketing automation cliente-centriche e multicanale, con messaggi inviati sul canale di marketing preferito dagli utenti, nel momento migliore per loro e con una frequenza di contatto ottimale.

Di che cosa si occupa Cloud4Wi
L’innovativa soluzione di location-based marketing di Cloud4Wi aiuta i marketer a creare customer journey rilevanti grazie ai dati offline dei clienti. Con Cloud4Wi, i brand possono raccogliere i contatti dei propri clienti – inclusi nome, indirizzo email, numero di telefono, età e sesso – e illuminare i loro comportamenti sia all’interno che all’esterno delle prorprie location, nel totale rispetto delle normative sulla protezione dei dati come il GDPR e il CCPA.

In che modo Cloud4Wi e Mapp Cloud offrono valore aggiunto ai propri clienti?
Mapp Cloud viene alimentata automaticamente con i dati offline dei clienti in tempo reale provenienti da Cloud4Wi. Questo consente ai marketer di ottenere una visione reale a 360 gradi sui propri clienti, inclusi i comportamenti online e offline, e consente loro di connettersi con essi al momento giusto e attraverso il canale più rilevante, ottenendo tassi di conversione più elevati e un’ottimizzazione del budget di marketing.

Che cosa dicono i nostri clienti
Con l’aiuto di Cloud4Wi e Mapp Cloud, siamo riusciti a ottimizzare la shopping experience offerta ai clienti nei nostri outlet,” ha affermato il management di Arcus Real Estate. “Grazie all’utilizzo congiunto delle tecnologie, siamo ora in grado di individuare le preferenze e i comportamenti dei nostri clienti all’interno di ciascun outlet e di comunicare con loro in maniera iper-personalizzata”.

Contatti Mapp:
Annarosa Barra – Field Marketing Manager
3456615101
annarosa.barra@mapp.com
www.mapp.com

Contatti Cloud4Wi:
Elena Briola – VP MarketingAgenzia di PR: Martinengo & Partners Communication
+1 (415) 589-9135Cinzia Martinengo/Silvia Boniardi
ebriola@cloud4wi.com
www.cloud4wi.com

 

Scarica il comunicato stampa

Mapp-State-of-Digital-Marketing-IT

Lo stato del marketing digitale in Italia nel 2022

Milano, 17 marzo 2022 – Mapp, piattaforma di marketing cloud basata sui customer insight, ha provato a identificare con un sondaggio le priorità dei marketer e le tendenze in ambito digital per l’anno in corso, come era già stato fatto nel 2021. Circa 700 aziende leader nei settori retail, finance, media e telecomunicazioni, hanno preso parte al sondaggio condotto nel gennaio 2022 in Italia, Germania e Regno Unito.

Il 2021 si è rivelato un altro anno difficile per tutti i siti di eCommerce; a causa dei lunghi e ripetuti lockdown causati dal Covid19, le abitudini dei consumatori sono infatti radicalmente cambiate. I risultati che seguono sono stati forniti dai marketer italiani.

Identificare i clienti online è la grande sfida e l’obiettivo dei prossimi mesi          
Tre quarti delle aziende intervistate che possiedono una piattaforma eCommerce hanno registrato un aumento delle vendite nel 2021, con il 25% dei business che ha assistito a una crescita maggiore di quanto previsto.

Tuttavia i brand faticano ancora a identificare i visitatori del proprio sito web: solamente il 30% delle aziende con un eCommerce è infatti in grado di identificare circa il 21% dei propri visitatori. Il 45% ne riesce a identificare meno del 10%.

I contenuti dinamici per personalizzare l’esperienza online sono sempre di più una priorità        
I brand sono già in grado di fornire un’esperienza personalizzata sul loro sito e sempre più aziende lo stanno pianificando per il 2022. In particolare, i contenuti dinamici sono una priorità per molti marketer: l’80% delle aziende con eCommerce li sta attualmente utilizzando nelle proprie comunicazioni multicanale. Tra gli intervistati, tre quarti dichiara di avere intenzione di utilizzare altri contenuti dinamici nel 2022: le raccomandazioni di prodotto sono in cima alla lista dei desideri.

Molte aziende non hanno ancora pianificato una strategia per affrontare un mondo senza cookie        
In un futuro senza cookie, i dati di prima parte e la relazione con il cliente ricopriranno un ruolo ancora più cruciale. Poche aziende si sono già preparate per questo scenario: solo il 21% degli intervistati infatti afferma di avere già implementato una strategia alternativa.  Da quando Apple ha annunciato le ultime modifiche a iOS 15 che bloccano il tracciamento delle email, solo il 16% dei marketer ha già ridefinito i propri KPI. 

Le app stanno diventando sempre più importanti         
Sono sempre di più le imprese che decidono di seguire il trend e dotarsi di un’app aziendale: hanno capito l’efficacia di una strategia volta a coinvolgere la loro audience e l’importanza dell’essere presenti sui dispositivi mobili dei loro utenti in qualsiasi momento ed ovunque serva. Nel panorama italiano, il 45% delle aziende possiede un’app ma solo il 10% di queste offre gli stessi servizi che mette a disposizione sul sito web.

La mancanza di risorse nel marketing digitale         
Il 55% dei marketer che hanno partecipato alla survey ha affermato che la mancanza di risorse umane è l’ostacolo principale alla crescita dell’azienda. Questo risultato è in linea con la ricerca condotta da Mapp e Forrester Consulting nel 2021, che aveva mostrato come il 57% degli intervistati considerasse la mancanza di talenti qualificati la principale sfida a una customer experience di qualità. Inoltre, due terzi dei brand vorrebbe avere a disposizione advanced analytics e customer insight sulle proprie piattaforme di marketing.

Uno sguardo alla Germania e al Regno Unito          
Nel 2021 il mercato digitale è cresciuto anche in Germania e nel Regno Unito: il 73% delle aziende tedesche e il 78% di quelle britanniche hanno registrato un incremento delle vendite online. Entrambe le regioni hanno attribuito questi risultati all’implementazione di una migliore strategia di marketing, in particolare un terzo delle aziende inglesi e il 30% di quelle tedesche. L’analisi del sito web rappresenta una sfida non solo per l’Italia: solo il 30% delle aziende britanniche e il 20% di quelle tedesche sono infatti in grado di identificare più del 21% dei visitatori del proprio sito. Le aziende tedesche e inglesi si sono rivelate più pronte rispetto all’Italia ad affrontare un mondo senza cookie: infatti il 27% in Germania e il 28% nel Regno Unito hanno già pianificato e implementato una strategia alternativa.

Maurizio Alberti, VP Global Sales di Mapp, ha così commentato i risultati dell’ indagine: “In futuro le aziende avranno bisogno di capire sempre di più i loro clienti e, per raggiungere questo obiettivo, il ruolo dei dati di prima parte è cruciale per poter offrire un’esperienza rilevante e iper-personalizzata. Finora solo poche aziende hanno sfruttato la conoscenza dei propri clienti per fornire offerte mirate in tempo reale ma c’è un ampio margine di miglioramento, come emerge da questo sondaggio.”

Informazioni su Mapp         
I marketer dovrebbero potersi concentrare su ciò che farà la differenza per il loro business, invece di passare tutto il loro tempo a domare la tecnologia per raggiungere i propri obiettivi. Con la soluzione di Insight-Led Customer Experience, Mapp Cloud, i responsabili marketing possono dedicare più tempo alla pianificazione strategica e all’esecuzione di campagne rilevanti, grazie alla raccolta e unificazione dei dati di prima parte in un’unica soluzione, da cui sono generati velocemente numerosi insight sui clienti. I customer insight sono informazioni aggiornate in tempo reale sulle caratteristiche, le tendenze e le preferenze dei clienti che consentono di avviare campagne di marketing automation cliente-centriche e multicanale, con messaggi inviati sul canale di marketing preferito dagli utenti, nel momento migliore per loro e con una frequenza di contatto ragionevole.

Mapp ha uffici in sette Paesi e con la propria soluzione di marketing digitale in Cloud aiuta oltre 3.000 aziende a distinguersi dalla concorrenza. Fra i clienti italiani si annoverano Gruppo Piquadro, Expert, Prénatal, Furla, La Martina, Coccinelle, Ferrari, Lamborghini e ePRICE.

Contatti stampa:
Agenzia di PR: Martinengo & Partners Communication
Cinzia Martinengo/Silvia Boniardi
02 49536650
cinzia.martinengo@martinengocommunication.com
silvia.boniardi@martinengocommunication.com
www.martinengocommunication.com

Contatti Mapp:
Annarosa Barra – Field Marketing Manager
3456615101
annarosa.barra@mapp.com
www.mapp.com

 

Scarica il comunicato stampa